Parole in Movimento: un modo alternativo per favorire relazioni nel periodo del distanziamento sociale

Le difficoltà che ha comportato la diffusione del coronavirus in svariati ambiti sono fuori discussione.

Questo periodo però ha visto anche la nascita di tante iniziative di valore che hanno dato prova di quanto l’ingegno Umano sia in grado di tirare fuori il bello anche quando sembra che di bello ci sia davvero poco.

Oggi parleremo di un’idea nata da Stefano Spaccapanico, ideatore e responsabile scientifico di Movimento Biologico,  che, viste le norme di distanziamento sociale messe in atto dal governo, si è chiesto come potesse portare avanti in forme alternative quella che è la missione di base del suo progetto.

Movimento Biologico è un progetto che basa la sua attività essenzialmente sull’esperienza pratica. Attraverso la pratica, appunto, Stefano cerca di trasmettere un’idea di Movimento che è andata perduta ed è stata sostituita via via dall’avvento dell’industria del fitness.

Da questa incapacità di esprimere la propria filosofia in un contesto reale, Stefano ha pensato di proporre un gioco che non avesse bisogno di presenza fisica. Non si tratta però di un semplice gioco ma di un mezzo attraverso cui tirare fuori la migliore parte di sé.

Cos’è “Parole in Movimento”?

Prima di parlare di “Parole in Movimento” soffermiamoci un attimo su cos’è il Movimento. Il Movimento è l’espressione di noi stessi, del nostro vissuto, delle nostre convinzioni, delle nostre emozioni, dei nostri stati d’animo.

Attraverso il Movimento noi ci relazioniamo con gli altri e andiamo a creare quella che è la realtà. Le interazioni hanno il magico potere di fondere in simbiosi le varie diversità che caratterizzano il genere Umano.

Ora torniamo un attimo a “Parole in Movimento”. Cosa sono le parole? Le parole sono anch’esse un modo per esprimere chi siamo, da dove veniamo, cosa proviamo. E se con-dividiamo delle parole con altre persone creiamo una realtà. Proprio come il Movimento.

Stefano quindi ha pensato che, vista l’impossibilità di muoversi attraverso il Movimento, era possibile farlo attraverso le parole. E, se queste parole entrano in una dinamica di scambio, hanno il potere di fondere la nostra anima con quelle di persone che magari neanche conosciamo.

E quando il nostro vissuto entra in contatto con quello di altri allora andiamo a creare un capolavoro che può davvero essere di ispirazione per altre persone.

In questo modo così bypassiamo il distanziamento sociale e continuiamo ad alimentare relazioni, a far scaturire emozioni e a contaminare in modo positivo chi poi andrà a leggere il lavoro prodotto.

In cosa consiste nel pratico “Parole in Movimento”?

Per prima cosa si è creato un gruppo che ha deciso, liberamente, di partecipare a questo gioco. Perché è importante sottolineare il fatto che si tratta di un gioco? Perché in “Parole in Movimento” non c’è giudizio, non c’è competizione, non c’è giusto o sbagliato. In “Parole in Movimento” prevale il Sentire, l’Essere.

Proprio come “Movimento Biologico” si vuole tornare a dar spazio alla dimensione ludica perché attraverso questa riusciamo a esprimere la migliore versione di noi stessi senza essere intrappolati da dogmi o regole che altro non fanno che alienarci.

Dopo che il gruppo si è formato, si è stabilito un giorno della settimana e un orario all’interno del quale ci si ritrova. Attraverso WhatsApp, una persona da il via al gioco esprimendo liberamente ciò che vuole. Alla fine di ciò che ha scritto indica chi deve continuare il suo discorso facendo fuoriuscire liberamente il proprio sentire e le proprie emozioni.

Dopo che tutte le persone hanno espresso il proprio mondo interiore attraverso le parole si vanno a cogliere i messaggi che provengono dal testo intero e si cerca di dare un titolo.

Un esempio

Per capirci meglio proviamo a proporre un esempio. Il gruppo è formato da Giorgio, Giulia, Roberto e Giovanni. Giovedì alle 18 ci si ritrova e chi si sente ispirato libera il proprio flusso interno. Mettiamo che oggi è Giovanni a sentirsi ispirato. Giovanni scrive ciò che sente e alla fine indica Giulia come persona che dovrà seguire il filo di ciò che ha scritto. Giulia indicherà Giorgio e poi chiuderà Roberto.

In questo modo verrà fuori uno scritto che è il frutto del vissuto e del sentire di quattro persone. Queste persone hanno condiviso le loro emozioni, le loro paure, le loro convinzioni dando luce a un qualcosa di inedito che, attraverso la condivisione, può essere di ispirazione a qualcun altro portando valore nella sua vita e di conseguenza in quello delle persone che lo circondano.

Qui puoi vedere alcuni esempi:

Ecco il nono brano sviluppato attraverso il Progetto 'Parole in Movimento'.Uno dei modi che, in questo tempo così…

Posted by Movimento Biologico on Thursday, 16 April 2020

Perché “Parole in Movimento” può essere uno spunto anche in assenza di distanziamento sociale?

Parole in Movimento, così come altre migliaia di iniziative che hanno luogo ogni giorno nel mondo ma che non godono del risalto che meritano, è un’idea che secondo noi ha un’enorme valore per vari motivi:

  • Alimenta le relazioni: questo gioco permette a persone che nella maggior parte dei casi neanche si conoscevano di condividere il proprio Essere

  • Stimola l’espressione di una parte di noi che troppo spesso viene repressa e sottovalutata. Stiamo parlando della dimensione creativa, emozionale, quella che da voce ai sentimenti, ai colori, agli intricati messaggi dell’anima
  • La condivisione del brano in forma ultimata può essere di ispirazione per migliaia di persone. Noi di Una Goccia Nell’Oceano crediamo fermamente nel potere della condivisione. La condivisione è in grado di valicare ogni barriera fisica e gettare semi nelle coscienze. Quando un seme viene gettato, germoglia e nelle giuste condizioni permette a un fiore di sbocciare. Questo fiore che sboccia può essere un’idea, un gesto, un’abitudine negativa modificata. Questo è il primo vero e fondamentale passo per nutrire il mondo di spinte positive.

Se ti è piaciuta l’idea puoi chiedere di partecipare a “Parole in Movimento” nei riferimenti che ti indicheremo qui sotto o proporlo in qualsiasi forma tu voglia nel tuo contesto.

L’intento di iniziative ispiranti è proprio quello di far conoscere idee dall’enorme potenziale Umano per farle replicare nel proprio contesto o per far aderire all’iniziativa stessa andandola ad allargare.

Se vuoi partecipare anche tu a “Parole in Movimento” puoi contattare Movimento Biologico:

Se invece vuoi replicare questa iniziativa nella tua realtà e ti va di raccontarci come è andata scrivilo nei commenti qui sotto o scrivi nella sezione contatti
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Grazie alla tua donazione saremo liberi da vincoli e potremo dedicare le nostre energie alla realizzazione di un mondo migliore!

5 1 vote
Article Rating