Parole in Movimento: restare vicini anche durante il distanziamento sociale

La Goccia nell’Oceano

Da quanto sono entrate in vigore le restrizioni dovute alla diffusione del virus COVID-19 le nostre vite sono cambiate.

Mascherine, disinfettanti, distanziamenti sociali, coprifuochi, lock-down.

Il nostro modello culturale aveva già contribuito a renderci sempre più isolati, proiettati in un mondo tutto nostro, disconnessi dagli altri e dalla natura.

Ora tutto si è amplificato esponenzialmente.

Quella che vogliamo raccontarvi oggi è un’iniziativa ideata da Movimento Biologico, progetto nato per tornare al vero senso del Movimento Umano.

Il nostro intento, in “Iniziative Ispiranti”, è quello di raccontare proposte virtuose con l’obbiettivo di invogliare il lettore a prenderne parte o di ispirarlo a replicare tali iniziative nel proprio contesto.

Ora però, vi starete chiedendo cosa c’entrano le Parole con il Movimento.

Possiamo dire che già questa domanda è figlia di uno schema di pensiero indotto, di una distorsione della realtà.

Ma continuate a leggere, vi spiegheremo di che si tratta tra un istante.

Indice

I presupposti di Parole in Movimento

Movimento Biologico propone esperienze basate essenzialmente sul contatto, sull’interazione, sull’espressività dei corpi.

Questo però non ha scoraggiato il suo ideatore, Stefano Spaccapanico Proietti, che, viste le limitazioni imposte dai vari decreti, si è chiesto quale altro strumento avessimo a disposizione per dar voce alla nostra interiorità.

Il Movimento Umano, come ci suggerisce Stefano, è l’espressione di chi siamo.

Chi siamo include il nostro vissuto, le nostre convinzioni, i nostri stati d’animo, le nostre emozioni. Attraverso il Movimento noi portiamo alla luce ciò che abbiamo dentro.

Il Movimento però racchiude molteplici manifestazioni, tra cui la parola.

Ne consegue che, anche se non possiamo dar voce al nostro mondo interiore attraverso i corpi, possiamo farlo attraverso le parole, che in quest’ottica diventano un veicolo di avvicinamento, di contaminazione, di co-creazione.

Che cos’è Parole in Movimento

Parole in Movimento è un gioco che intende permettere alle persone di “far muovere” le parole, le quali, come abbiamo detto, rappresentano la nostra personalità.

In questo vortice di scambio, scandito da poche semplici regole, i partecipanti fondono le loro anime andando a creare un testo unico che rappresenta il mescolamento delle rispettive differenze, delle gioie, dei sogni, delle inquietudini, dei dubbi, dei dolori.

Ciò che viene prodotto non è bello o brutto. Non c’è giudizio, non c’è competizione. In questo contesto prevale il sentire, l’essere.

Viene dato spazio alla voce di tante persone che decidono di far emergere la loro umanità.

Come funziona nella pratica Parole in Movimento?

Stefano ha annunciato la nascita di questa nuova iniziativa. Si è formato un primo gruppo di persone a cui poi se ne sono aggiunte nel tempo altre. Il punto di ritrovo virtuale è un gruppo di WhatsApp.

In questo gruppo periodicamente, a seconda delle circostanze a cui ci sottopone questo tempo così inconsueto di restrizioni, una persona da un incipit, ovvero scrive qualcosa. Non ci sono regole sul cosa scrivere. Ognuno fa fluire ciò che sente dentro.

La prima persona, una volta condiviso il suo pensiero, ne nomina un’altra, la quale, sulla scia di ciò che ha scritto chi l’ha preceduta, prosegue portando il suo mondo interiore.

E così via, finché ogni persona non ha portato il suo contributo. Alla fine, il testo conclusivo rappresenta l’intreccio di più vissuti, credenze, emozioni, stati d’animo, sensazioni, paure, gioie. Rappresenta la magia che emerge quando ci troviamo a relazionarci, a interagire, a stare insieme.

In questo modo il distanziamento imposto viene bypassato e torniamo a sentirci vicini, a contaminarci, a far fuoriuscire la bellezza che sta dentro ognuno di noi mescolandola con quella di altre persone.

Un esempio

Per essere più chiari riportiamo un esempio.

Il gruppo è formato da Giorgio, Giulia, Roberto e Giovanni. Giovedì alle 18 ci si da appuntamento su WhatsApp e chi si sente ispirato esprime il suo pensiero.


Supponiamo che inizia Giovanni. Giovanni scrive ciò che sente e alla fine indica Giulia come persona che proseguirà il suo scritto.

In successione Giulia indicherà Giorgio, che a sua volta chiamerà in causa Roberto, il quale concluderà il gioco.


Scritti prodotti in Parole in Movimento

Per consultare i brani prodotti finora clicca sulle immagini qui sotto.

Il potere di Parole in Movimento

Riteniamo che questa iniziativa, così come altre migliaia che prendono luogo ogni giorno nel mondo, abbia un gran valore umano e sociale. Questo è il motivo per cui vogliamo diffonderla.

Di seguito poniamo l’accento su quelli che sono, secondo noi, degli aspetti molto interessanti di Parole in Movimento:

  • Favorisce le relazioni: in una società sempre più frammentata, isolata, individualista, crediamo che tutto ciò che stimola l’interazione e la condivisione sia importante.
  • Ci riconnette con la nostra interiorità: siamo sempre più disconnessi, proiettati sul passato o sul futuro, sulla lista di cose da fare, le tasks giornaliere. Viviamo perennemente in una dimensione mentale. Questo ha comportato un sempre più accentuato distacco dal nostro sentire, dalle nostre emozioni, da ciò che ci comunica il cuore. Questa iniziativa ha il potere di stimolarci a guardarci dentro, a far fuoriuscire una parte di noi che è sempre più anestetizzata.
  • Può ispirare altre persone: quando diamo voce al nostro mondo interiore viene fuori la bellezza che c’è dentro di noi, quella più pura, autentica, che non ha bisogno di indossare maschere per farsi accettare dal modello culturale in cui viviamo. E quando questa umanità fuoriesce, se mescolata con quella di altri, può generare un contenuto di ispirazione per chi poi lo leggerà. Crediamo fortemente nella condivisione, perché questa è in grado di valicare ogni barriera fisica e gettare semi nelle coscienze. Quando un seme viene gettato, germoglia e nelle giuste condizioni permette a un fiore di sbocciare. Questo è il primo vero e fondamentale passo per nutrire il mondo di spinte virtuose.

Cosa puoi fare tu

A questo punto siamo arrivati alla fase di concretizzazione.

Ok, tutto bello, ma come fare per permettere a questa iniziativa di portare valore nella vita delle persone?

Ecco alcuni modi:

  1. Prendi parte all’iniziativa: nell’articolo riguardante Movimento Biologico, nell’ultimo paragrafo relativo alle risorse, trovi tutti i riferimenti per contattare gli organizzatori di Parole in Movimento e chiedergli in che modo puoi partecipare.
  2. Riproponi questa iniziativa nella tua realtà: non c’è il copyright su Parole in Movimento. Puoi benissimo prendere ispirazione, sia in modo parziale che totale, e riproporre questo gioco nel tuo contesto (amici, famiglia, colleghi).
  3. Lasciati ispirare dagli scritti già prodotti: qui ti abbiamo lasciato un elenco dei contenuti elaborati nelle precedenti edizioni del gioco. Puoi leggerli e farti contaminare.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sostieni una goccia nell’oceano

Facebook

Clicca sull’icona per seguire la pagina Facebook di una Goccia nell’Oceano

Instagram

Clicca sull’icona per seguire la pagina Instagram di una Goccia nell’Oceano

Newsletter

Clicca sull’icona per iscriverti alla newsletter di una Goccia nell’Oceano

0 0 vote
Article Rating